Cisternino

L’incantevole borgo della movida e della carne al fornello

Cisternino, paesino dall’incantevole centro storico è la città della movida estiva legata alla presenza dei tanti ristoranti, osterie e macellerie, specializzate nella cottura della carne “al fornello”, il tipico forno in pietra in cui la carne infilzata in tipici spiedi in acciaio viene cotta lentamente, non direttamente sulla fiamma del fuoco o dei carboni, ma con cottura a riverbero.
Ma Cisternino è anche un incantevole borgo di casette a calce bianca, inserito nel circuito de “I borghi più belli d’Italia”, nel quale ammirare anche palazzi storici come quello del Governatore, bellissimo esempio del barocco in Puglia, Palazzo Vescovile, Palazzo Amati, Palazzo Lagravinese, Palazzo De Vitofranceschi e Palazzo Ricci Capece con l’omonima torre annessa, detta anche Torre del Vento.
La torre di Porta Grande o Normanno – Sveva di epoca medievale, sulla cui sommità vi è una piccola statua di San Nicola è alta circa 17 metri e costituiva l’ingresso principale della città.
Da non perdere: il lunedì di Pasqua, “A Pasquarèdde”, la popolazione si reca al Santuario della Madonna d’Ibernia (Madonna de Bernis), sito archeologico con reperti romani e medioevali, con il dolce caratteristico, denominato “u chrruchl” dal valore simbolico e propiziatorio.